RELAIS HISTÒ SAN PIETRO SUL MAR PICCOLO – Taranto, via S. Andrea

L’intervento di Masseria S. Pietro ha avuto inizio nel 2001. Il progetto assentito prevedeva la realizzazione di un complesso turistico-ricettivo, attraverso i seguenti interventi: il recupero della masseria preesistente, finalizzato ad accogliere la parte di rappresentanza e di prima accoglienza del complesso alberghiero, oltre ad un ridotto numero di camere, il tutto contenuto nei limiti della consistenza della struttura preesistente (hall, reception, sale di soggiorno, cucina, ristorante per gli utenti interni, sala conferenze ecc, a piano terra, e alcune camere a primo piano); la realizzazione di un residence esterno contenente ulteriori camere in un corpo di nuova costruzione staccato dalla masseria; la ristrutturazione e ampliamento di un altro vecchio fabbricato posto nelle immediate adiacenze della masseria, contenente un frantoio ipogeo, destinato ad accogliere un ristorante esterno. Oltre alle suddette necessità, è stato previsto un centro benessere, servizio oggi ritenuto indispensabile in strutture ricettive di questo genere ed una ridotta piscina scoperta. Il volume all'uopo previsto, che sul lato nord utilizza un ovile preesistente e sul lato est si addossa alla recinzione della Masseria, è stato organizzato in una posizione e configurazione planivolumetrica tali da avere un’incidenza ed un impatto molto ridotti sul complesso. Tale risultato si ottiene attraverso molteplici accorgimenti: l’utilizzo dell’ex ovile esistente, la limitata altezza del nuovo corpo in prolungamento sul lato est (la cui copertura non emerge dal muro di cinta esistente nella parte ad esso adiacente), le coperture a falde morbidamente inclinate per la restante parte, unitamente ad un attento utilizzo dei materiali (coppi tradizionali in pasta gialla per le coperture a tegole, capriate in legno per l’orditura portante del tetto, paramento delle murature esterne in tufo scialbato a seguito di adeguata stiratura dei giunti, pavimentazioni interne e esterne in pietra locale).

Rendering, grafici e disegni esecutivi