HOTEL PALAZZO ZUCCARO - Nardò (LE), C.so Garibaldi

Il Palazzo Zuccaro è sito nel cuore del Centro Storico di Nardò, a breve distanza dalla P.zza Duomo, in angolo fra Via Garibaldi e via Duomo.
Significativo esempio di architettura del XVI – XIX secolo, costituisce uno dei maggiori esempi di dimora signorile di Nardò.
La dimora signorile segue armoniose linee architettoniche ottocentesche. Il prospetto principale sulla via Duomo, ritmato da alte finestre frontonate e chiuso da un elegante cornicione aggettante, concorre, insieme alla facciata laterale dell’antico seminario vescovile, a caratterizzare la scena urbana in un punto nodale della Nardò antica.


La nuova destinazione alberghiera prevista in progetto comporta solo limitati interventi di ristrutturazione, sia perché la struttura preesistente ben si presta al nuovo utilizzo, sia perché si sono volutamente limitate all’indispensabile le innovazioni (sostanzialmente l’inserimento dei servizi igienici) in modo da conservare inalterate le caratteristiche originarie dell’edificio. Il che necessariamente ha comportato la rinuncia all’utilizzo di molti ambienti che rimarranno vani passanti di disimpegno, specie a primo piano, dove tra l’altro volutamente si è lasciato inalterato il salone, per non perderne il fascino. Lo scotto da pagare è stato un ridotto numero di camere.


D’altronde la ristrutturazione e la nuova destinazione poggiano i loro presupposti esclusivamente sul fascino che può conferire alla struttura un corretto restauro. Verranno pertanto conservate e valorizzate le caratteristiche originarie del contenitore esistente, in quanto presentano grande valenza storica e pregio particolare, cercando per quanto possibile di lasciare inalterati i “segni” del tempo, pur con trattamenti consolidanti e conservati tendenti a tutelare e conservare quanto pervenuto ai tempi odierni.


Anche la riorganizzazione funzionale è stata impostata nel rispetto dei suddetti criteri.
Al di sotto della quota del giardino sopraelevato verrà realizzato il garage a servizio dell’albergo, i vani tecnici degli impianti, i servizi tecnici del personale di cucina e la dispensa. La posizione altimetrica del giardino, sopraelevato di oltre 3,00 ml. rispetto a Via Garibaldi, consente di ricavare ai di sotto della sua attuale quota l’altezza di ml.2,40 per il garage, e gli spessori del solaio di copertura e di un giardino pensile esteso a tutta la superficie, cosicché l’intervento non comporterà alcuna alterazione dello stato di fatto preesistente.


I prospetti sulle due strade, al pari di tutte le fronti interne, saranno soggetti a operazioni di puro restauro, sotto il diretto controllo della Soprintendenza, essendo l’immobile soggetto a vincolo monumentale.

Foto Edificio

Rendering, grafici e disegni esecutivi